> >

Volontary disclosure: proroga del termine al 30.11.2015

  • di Luigi Mondardini

    Con decreto legge (in attesa di pubblicazione in G.U) è stato prorogato il termine.

    Pertanto viene concesso più tempo per l'adesione alla procedura di collaborazione volontaria di cui alla L. 186/2014 (c.d. "voluntary disclosure") dal 30.9.2015 al 30.11.2015. 
     
    Inoltre vi sarà tempo fino al 30.12.2015 per presentare la relazione di accompagnamento e la documentazione.
     
    I contribuenti che non hanno ancora presentato istanza hanno tempo fino al 30.11.2015 per aderire alla procedura e possono presentare la relazione e la documentazione entro il 30.12.2015.
     
    Chi  invece  ha  già presentato l'istanza avrà tempo sino al 30.12.2015 per correggere la stessa e presentare la relazione. Anche i contribuenti che hanno già presentato sia l'istanza che la relazione potranno correggere entrambe entro il 30.12.2015.
     
    La proroga dei termini in argomento deve essere coordinata con la presentazione del modulo RW del modello UNICO 2015. 
     
    Occorre tenere presente in merito che sarà possibile sanare le violazioni da RW fino al 29.12.205 con una sanzione minima.
     
    Quindi una presentazione del quadro RW entro i 90 giorni successivi al 30.9.2015 prevedrà l'applicazione della sanzione di 258,00 euro che potrà essere ridotta in ravvedimento ai sensi dell'art. 13 co. 1 lett. b) del DLgs. 472/97 ad un ottavo del minimo, ossia versando un importo di 32 euro.
     
    Al riguardo, si ricorda anche che l'art. 2 co. 7 del DPR 322/98 considera valide le dichiarazioni dei redditi presentate entro 90 giorni dalla scadenza del termine, ferma restando l'applicazione delle sanzioni amministrative reddituali di cui all'art. 1 co. 1 del DLgs. 471/97.
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     

Ti potrebbe anche interessare:

Novità flash

martedì 19 maggio 2020 ISTAT aprile 2020domenica 15 marzo 2020 Proroga dei versamenti del 16 marzovenerdì 21 febbraio 2020 Istat gennaio 2020martedì 28 gennaio 2020 ISTAT dicembre 2019Vai all'archivio

Quesito del giorno

Link