> >

Comunicazione dei beni in uso ai soci: il caso delle s.n.c.

  • di Luigi Mondardini

    La coincidenza frequentissima fra la figura del socio e quella dell’amministratore nelle s.n.c. farebbe ritenere che la comunicazione in quel caso sia esclusa.

    Entro il prossimo 12  dicembre, salvo l’ applicazione del nuovo istituto giuridico della “tolleranza” già sperimentato in occasione dello spesometro, i contribuenti sono tenuti al nuovo adempimento della comunicazione dei beni dati in uso gratuito ai soci o familiari oppure  a fronte di un  pagamento di un canone inferiore al valore di mercato.

    Tra le esclusioni previste vi è quella dei  beni dati in uso agli amministratori, purchè sia anche socio , in quanto si fuoriuscirebbe completamente dalla problematica ove sia, invece, un soggetto terzo. Questa esclusione opera sia in caso di applicazione del  fringe benefit sia che non venga applicata .

    Da tale esclusione ( ove non venissero fornite precisazioni contrarie dall’Agenzia delle Entrate) ne consegue che sono completamente esonerate  dall’adempimento in parola le società in nome collettivo. E ciò per la semplice circostanza che normalmente (e salvo differente previsione dell’atto costitutivo), i soci delle SNC rivestono anche la qualifica di amministratori; quindi, se si condivide la riflessione, lauto utilizzata dal socio amministratore della SNC non determina mai l’obbligo di comunicazione entro il prossimo 12 dicembre.

    Alle stesse  conclusioni si può pervenire anche per le  SAS; il socio accomandatario, pur se utilizza beni, non fa mai scattare l’obbligo di trasmissione del modello , in quanto, essendo amministratore, rientrerebbe nel novero della esclusione prevista; al contrario nel caso di  socio  accomandante (non amministratore), qualora vi fosse l’attribuzione gratuita del bene o comunque a valori inferiori a quelli di mercato , la comunicazione andrebbe effettuata.

    Infine, nessuna particolare problematica insorge nel caso della SRL: ove l’amministratore sia socio, anch’egli potrà beneficiare della esclusione oggettiva.

     

Ti potrebbe anche interessare:

Novità flash

martedì 19 maggio 2020 ISTAT aprile 2020domenica 15 marzo 2020 Proroga dei versamenti del 16 marzovenerdì 21 febbraio 2020 Istat gennaio 2020martedì 28 gennaio 2020 ISTAT dicembre 2019Vai all'archivio

Quesito del giorno

Link