> >

Studi di settore, ma non per gli ex minimi

  • di Luigi Mondardini

    I contribuenti ex minimi sono esclusi dagli studi di settore.

    Sono coloro che  fino al 31.12.2013 hanno applicato il regime dei minimi e a partire dal 1.1.2014 sono usciti per obbligo e per opzione.
     
    Costoro  sono esclusi dagli studi di settore ( codice 12 nel modello Unico) qualunque sia il regime utilizzato vale a dire il super semplificato per gli ex minimi, semplificato o ordinario.
     
    Nel passaggio dal regime dei minimi a un regime per competenza si applica la regola di imputazione prevista per il regime precedente (cassa).
     
    L’accesso ai nuovi regimi potrebbe comportare problematiche  nei risultati degli studi di settore applicati dalle persone fisiche esercenti attività d’impresa, in termini di congruità dei ricavi, a livello di  indicatori di coerenza economica e di normalità economica. 
     
    L’esclusione dall’applicazione degli studi è confermata dalle istruzioni  anche per il periodo d’imposta 2014; conseguentemente i contribuenti che fino al 31.12.2013 hanno applicato il regime dei minimi e partire dal 1.1.2014 sono usciti per opzione o per obbligo dal regime in questione passando a un altro regime   non saranno soggetti agli studi di settore. 
     
    Occorre indicare nel frontespizio del modello Unico 2015 il codice di esclusione 12 per comunicare l’inutilizzabilità, in fase di accertamento, delle risultanze degli studi di settore per il periodo di imposta 2014.
     
    Tuttavia viene precisato deve, in ogni caso,  essere compilato il modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore.
     

Ti potrebbe anche interessare:

Novità flash

martedì 19 maggio 2020 ISTAT aprile 2020domenica 15 marzo 2020 Proroga dei versamenti del 16 marzovenerdì 21 febbraio 2020 Istat gennaio 2020martedì 28 gennaio 2020 ISTAT dicembre 2019Vai all'archivio

Quesito del giorno

Link