> >

Anche per i contribuenti minimi è tempo di acconto.

  • di Luigi Mondardini

    Il 1° dicembre è previsto il versamento dell’acconto anche per i contribuenti minimi.

    I contribuenti che sia nel 2013 che nel 2014 hanno applicano il regime dei minimi devono provvedere al versamento del secondo acconto dell’imposta sostitutiva del 5% con le stesse modalità previste per l’Irpef. 
     
    I soggetti che hanno applicato il “nuovo” regime dei minimi nel 2013 continuando ad applicarlo nel 2014, versano l’acconto dell’imposta sostitutiva del 5%, con le stesse modalità previste per l’Irpef.
    Per i contribuenti minimi la seconda/unica rata d’acconto 2014 deve, quindi, essere determinata applicando la misura del 100% a quanto indicato a rigo LM14 del mod. UNICO 2014 PF e sottraendo l’importo versato a titolo di prima rata. 
     
    Si ricorda che nessun versamento è dovuto se nel rigo LM14 di Unico 2014 è stata evidenziata un’imposta pari a zero ovvero pari o inferiore a 51 euro.
    Se l’imposta è compresa tra 52 e 257 euro, l’acconto può essere interamente versato in unica soluzione entro il 1° dicembre.
    Infine se l’imposta è pari o superiore a 258 euro il secondo acconto è dovuto nella misura del 60 per cento. 
     
    Nel caso in cui il contribuente abbia nel 2013  applicato il regime dei minimi, ma poi dal 2014 sia uscito da tale regime , passando al regime degli ex minimi o a quello ordinario, con l’applicazione di un'imposta ordinaria, non è prevista alcuna  disciplina specifica.
     
    Per coloro che nel 2014 hanno iniziato l’attività adottando il regime dei nuovi minimi, non è previsto il versamento di acconti. 
     
    In pratica per chi  inizia  l'attività nel 2014 avvalendosi del regime dei minimi,  non vi è alcun debito per la seconda rata dell'acconto,  non essendo presente un dato storico di riferimento dell'anno precedente; pertanto non vi è la  base di calcolo per il versamento della seconda rata di acconto.
     
     
     

Ti potrebbe anche interessare:

Novità flash

lunedì 12 agosto 2019 Istat luglio 2019martedì 23 aprile 2019 Istat marzo 2019martedì 19 marzo 2019 Variazione ISTAT febbraio 2019giovedì 17 gennaio 2019 Istat dicembre 2018Vai all'archivio

Quesito del giorno

Link