>

Fatturazione elettronica.

  • di Luigi Mondardini

    I nuovi codici riferiti alla “natura dell’operazione”.

    L’art. 21, comma 1, D.P.R. n. 633/1972 prevede che tutti i soggetti passivi stabiliti in Italia che effettuino cessioni di beni o prestazioni di servizi soggette ad IVA hanno l’obbligo di emettere fattura per ciascuna operazione imponibile.

    Il comma 6, art. 21, D.P.R. n. 633/1972 prevede inoltre che la fattura sia emessa per determinate tipologie di operazioni (non imponibili, non soggette, esenti etc.) e che in luogo dell’ammontare dell’imposta sia indicato il titolo di non imponibilità, di esenzione o non soggettività previsto dalla normativa comunitaria o nazionale .

    Per ogni tipo di operazione è previsto l’obbligo di indicare la natura dell’operazione che, inoltre, a seguito dell’introduzione della fattura elettronica e dello schema XML è disciplinato con codici da N1 a N7.

    Con Provvedimento 28 febbraio 2020, n. 99922, successivamente rettificato con Provvedimento del 20.04.2020, l’Agenzia delle Entrate ha modificato il tracciato telematico della fattura elettronica.

    E’ stato previsto un periodo transitorio, dal 1 ottobre 2020 al 31 dicembre 2020, nel corso del quale l’utilizzo del nuovo schema XML era facoltativo.

    Dal 1° gennaio 2021 l’utilizzo delle nuove specifiche tecniche è diventato obbligatorio. Le modifiche più significative allo schema XML riguardano i codici di Tipo documento e quelli relativi alla natura dell’operazione.

    Relativamente ai “CODICI NATURA” l’Agenzia delle Entrate ha previsto la suddivisione dettagliata dei codici N2, N3 e N6, seguendo lo schema dei righi contenuti nel riquadro VE della dichiarazione annuale IVA.

    Nella tabella che segue, relativa ai vari tipi di fatture emesse, vengono specificati i codici natura operazione, evidenziando quelli di nuova istituzione, la normativa di riferimento ed il riquadro della dichiarazione IVA dove devono essere inserite tali operazioni.

     

    Natura operazione

    Tipo operazione

    Riferimento normativo

    N1

    Escluse art. 15

    Art. 15

    N2.1

    Non soggette

    Art. da 7 a 7 septies

    N2.2

    Non soggette – altri casi

    Art. 2, art.74 c.1 e 2 ,vendite forfettari ecc..

    N3.1

    Non imponibili –esportazioni8

    Art.8 c.1 lett a) .lett. b) ,lett. B-bis

    N3.2

    Non imponibili –cessioni intracomunitarie 

    Art. 41 art. 50 bis c) 4 lett. F

    N3.3

    Non imponibili – cessioni verso San Marino

    Art. 71

    N3.4

    Non imponibili – operazioni assimilate alle esportazioni

    Art. 8 bis , art. 9, art.71, art. 72

    N3.5

    Non imponibili a seguito di dichiarazione di intento

    Art. 8 co.1 lett. c)

    N3.6

    Non imponibili –altre operazioni che non concorrono al plafond

    Art.38 quater comma 1

    N4

    Operazioni esenti

    Art.10

    N5

    Regime del margine/IVA non esposta in fattura

    Art. 74 ter

    N6.1

    Inversione contabile – cessione rottami

    Art.74 co.7 e 8

    N6.2

    Inversione contabile – cessione oro e argento puro

    Art. 17 co.5

    N6.3

    Inversione contabile –subappalto nel settore edile

    Art.17 co.6 lett. a)

    N6.4

    Inversione contabile – cessione fabbricati

    Art.17 co.6  lett. a-bis)

    N6.5

    Inversione contabile – cessione di telefoni cellulari

    Art. 17 co. 6 lett. b)

    N6.6

    Inversione contabile –cessione prodotti elettronici

    Art.17 co.6 lett. c)

    N6.7

    Inversione contabile –prestazioni comparto edile e settori connessi

    Art. 17 co. 6 lett. A-ter)

    N6.8

    Inversione contabile –operazioni settore energetico

    Art. 17 co. 6 lett. da d-bis) a d- quarter)

    N6.9

    Inversione contabile – altri casi

     

    N7

    IVA assolta in altro stato UE

    Art. 7 sexies lett. f) e lett. G) art.74 sexies

     

    Con il codice N1 devono essere indicate le operazioni escluse dalla base imponibile IVA ai sensi dell’art. 15 del DPR 633/72, tra cui ricordiamo:

    - le somme dovute per interessi moratori;

    - il valore normale dei beni ceduti a titolo di sconto o abbuono in base ad accordi contrattuali previsti;

    - le somme dovute a titolo di rimborso delle anticipazioni fatte in nome e per conto della controparte

    - l’importo degli imballaggi quando sia stato espressamente pattuito il rimborso della resa.

    Ricordiamo che per tali operazioni è prevista l’emissione della fattura anche se non devono essere comprese nella dichiarazione annuale IVA.

     

    I codici da N6.1 a N6.9 comprendono le operazioni in reverse-charge interno a seconda che si tratti di:

    - N6.1 - cessione di rottami e altri materiali di recupero (art. 74 c. 7 e 8 DPR 633/72);

    - N6.2 - cessione di oro e argento puro (art. 17, comma 5, D.P.R. n. 633/72);

    - N6.3 - subappalto nel settore edile (art. 17, comma 6 lett. a, D.P.R. n. 633/72);

    -  N6.4 - cessione di fabbricati (art. 17, comma 6, lett. a-bis, D.P.R. n. 633/72);

    -  N6.5 - cessione di telefoni cellulari (art. 17, comma 6, lett. b, D.P.R. n. 633/72);

    - N6.6 - cessione di prodotti elettronici (art. 17, comma 6, lett. c, D.P.R. n. 633/72);

    - N6.7 - prestazioni comparto edile e settori connessi (art. 17, comma 6, lett. a-ter, D.P.R. n. 633/72);

    - N6.8 - operazioni settore energetico (gas, energia elettrica) (art. 17, comma 6, lett. d-bis, d-ter, d-quater, D.P.R. n. 633/72).

     

    In particolare si segnala quanto segue:

    N6.7 inversione contabile - prestazioni comparto edile e settori connessi

    • DEMOLIZIONE O SMANTELLAMENTO DI EDIFICI
    • INTONACATURA E STUCCATURA INTERNA ED ESTERNA DI EDIFICI
    • POSA IN OPERA DI INFISSI, ARREDI, CONTROSOFFITTI, PARETI MOBILI E SIMILI
    • RIVESTIMENTO DI PAVIMENTI E MURI: ad esempio posa in opera di piastrelle in ceramica, parquet e altri rivestimenti in legno per pavimenti e pareti, moquette, applicazione di stucchi ornamentali, levigatura lucidatura e rasatura, realizzazione di pavimenti in cemento
    • TINTEGGIATURA
    • ATTIVITA’ NON SPECIALIZZATE DI LAVORI EDILI (MURATORI)
    • LAVORI DI COMPLETAMENTE E FINITURA DEGLI EDIFICI: ad esempio costruzione di sottofondi per pavimenti, installazione di caminetti
    • INSTALLAZIONE DI IMPIANTI ELETTRICI IN EDIFICI INCLUSA MANUTENZIONE E RIPARAZIONE
    • INSTALLAZIONE DI IMPIANTI IDRAULICI DI RISCALDAMENTO E CONDIZIONAMENTO DELL’ARIA INCLUSA MANUTENZIONE E RIPARAZIONE
    • LAVORI DI ISOLAMENTO TERMICO,ACUTICO O ANTI VIBRAZIONE

    N6.3 inversione contabile – ( solo se in subappalto nel settore edile)

    • LAVORI SPECIALIZZATI DI COSTRUZIONE: Costruzione di tetti, copertura di tetti, installazione di grondaie e pluviali, Lavori di fondazione, Lavori di isolamento e di impermeabilizzazione, deumidificazione di edifici, Costruzione di piscine, Pulizia a vapore, sabbiatura e attività simili per pareti esterne di edifici

    N6.1 inversione contabile - cessione di rottami e altri materiali di recupero

     

Ti potrebbe anche interessare:

    Novità flash

    martedì 19 gennaio 2021 ISTAT :Indice del mese di DICEMBRE 2020martedì 19 maggio 2020 ISTAT aprile 2020domenica 15 marzo 2020 Proroga dei versamenti del 16 marzovenerdì 21 febbraio 2020 Istat gennaio 2020Vai all'archivio

    Quesito del giorno

    Link