>

Comunicazione delle spese sanitarie al Sistema Tessera Sanitaria (STS).

  • di Luigi Mondardini

    La novità della tracciabilità.

    Ogni anno gli operatori sanitari sono tenuti a presentare una apposita comunicazione dei dati dei contribuenti al  Sistema Tessera Sanitaria 

    La Comunicazione spese sanitarie è un adempimento  secondo il  quale i soggetti che erogano prestazioni sanitarie devono rendere disponibili all’Agenzia delle Entrate alcune informazioni inerenti a tali spese. Queste informazioni sono poi utilizzate dall’Amministrazione Finanziaria al fine di rendere disponibili ai contribuenti i propri modelli 730 e Redditi PF precompilati.

    A seguito del  Decreto del 19 ottobre 2020, la trasmissione dei dati  è effettuata:

    • Entro la fine del mese di gennaio 2021, per le spese sostenute nell’anno 2020;
    • Entro la fine del mese successivo alla data del documento fiscale, per le spese sostenute dal 1° gennaio 2021.

    Si ricorda che i  soggetti tenuti all’invio dei dati sono i seguenti:

    - farmacie;

    - strutture specialistiche pubbliche e private accreditate;

    - gli iscritti all’ordine dei medici chirurghi e odontoiatri;

    - strutture autorizzate ai sensi dell’ articolo 8-ter Dlgs n 502/1992 ,  strutture autorizzate alla vendita al dettaglio dei medicinali veterinari ai sensi dell’articolo 70, comma 2, Dlgs n 193/ 2006;

    - parafarmacie; ottici;

    - iscritti agli albi professionali degli psicologi, infermieri, ostetrici, medici veterinari, tecnici sanitari di radiologia medica;

    - iscritti all’albo dei biologi; Tecnico sanitario di laboratorio biomedico; Tecnico audiometrista;Il Tecnico audioprotesista; Tecnico ortopedico; Dietista; Tecnico di neurofisiopatologia; Tecnico fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare; Igienista dentale; Fisioterapista; Logopedista; Podologo; Ortottista e assistente di oftalmologia; Terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva; Tecnico della riabilitazione psichiatrica; Terapista occupazionale; Educatore professionale; Tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro; Assistente sanitario.

    Comunicazione spese sanitarie: i dati da comunicare

    Per  ciascuna spesa o rimborso i dati da comunicare al Sistema Tessera Sanitaria sono:

    • Codice fiscale del contribuente o del familiare a carico cui si riferisce la spesa o il rimborso;
    • Codice fiscale o partita Iva e cognome e nome o denominazione del soggetto di cui all’articolo 3, comma 3  D.Lgs. n. 175/2014;
    • Data del documento fiscale che attesta la spesa;
    • Tipologia della spesa;
    • Importo della spesa o del rimborso;
    • Data del rimborso.

    Tracciabilità delle spese

    A decorrere dal 2020 ai fini della detrazione fiscale IRPEF delle spese sanitarie e veterinarie e altri oneri in dichiarazione dei redditi è necessaria la loro tracciabilità.

    Nella Dichiarazione dei redditi di conseguenza andranno solo gli oneri detraibili pagati con pagamenti tracciabili :  carte di debito, carte di credito e prepagate, assegni bancari e circolari, bonifici, versamenti bancari; unica eccezione è quella relativa agli acquisti di medicinali e di dispositivi medici e per le prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche o da strutture private accreditate al Servizio sanitario nazionale.

    Ne consegue che dal periodo d’imposta 2020, i dati da comunicare all’Agenzia delle entrate ai fini della precompilata , relativi alle spese sanitarie e veterinarie  riguardano esclusivamente i pagamenti effettuati con assegno bancario o postale o altri sistemi tracciabili come le carte di credito.

    Quindi i titolari delle attività non dovranno trasmettere al Sistema Tessera Sanitaria i dati di prestazioni pagate in contanti... solo quelle che a partire da 1/1/2020 risultino pagate con sistemi tracciabili e che consentono una detrazione IRPEF del 19%.

    Il sistema di pagamento scelto non riguarda invece le detrazioni riconosciute in relazione agli acquisti di medicinali e di dispositivi medici e per le prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche o da strutture private accreditate al Servizio sanitario nazionale.

     

     

     

     

     

     

Ti potrebbe anche interessare:

    Novità flash

    martedì 19 gennaio 2021 ISTAT :Indice del mese di DICEMBRE 2020martedì 19 maggio 2020 ISTAT aprile 2020domenica 15 marzo 2020 Proroga dei versamenti del 16 marzovenerdì 21 febbraio 2020 Istat gennaio 2020Vai all'archivio

    Quesito del giorno

    Link