Botta e risposta

martedì 21 aprile 2020

Fondo rischi “Covid-19”

A fronte dell’emergenza sanitaria in corso, non appare possibile procedere all’accantonamento nel bilancio 2019 di uno specifico “Fondo rischi COVID-19”. Secondo il Principio contabile OIC 31 i fondi rischi rappresentano passività potenziali connesse a situazioni già esistenti alla data del bilancio, caratterizzate da uno stato di incertezza il cui esito dipende dal verificarsi o meno, in futuro, di uno o più eventi. La loro iscrizione in bilancio è collegata al rispetto del principio di prudenza e di competenza economica. Tenendo conto che l’emergenza “coronavirus” si è manifestata nel mese di febbraio 2020, appare difficile sostenere l’accantonamento di uno specifico “Fondo rischi COVID-19” nel bilancio 2019, in quanto connesso a situazioni non in essere al 31.12.2019 (come sopra accennato non è possibile tener conto di oneri / perdite derivanti da eventi verificatisi dopo la chiusura dell’esercizio). Tale possibilità, che come statuito dal citato OIC 31 si trasforma di fatto in un obbligo, si riscontra per le società con esercizio “a cavallo” chiuso dopo il 31.12.2019. Anche in tale contesto, comunque, la stima risulta caratterizzata da un significativo livello di incertezza e di difficoltà.

Novità flash

martedì 19 maggio 2020 ISTAT aprile 2020domenica 15 marzo 2020 Proroga dei versamenti del 16 marzovenerdì 21 febbraio 2020 Istat gennaio 2020martedì 28 gennaio 2020 ISTAT dicembre 2019Vai all'archivio

Quesito del giorno

Link