Notizia flash

giovedì 13 novembre 2014

1° dicembre appuntamento con gli acconti

La scadenza del 1° dicembre riguarderà soprattutto
autonomi e imprese che sono chiamati a versare
la seconda rata di acconto di imposte e contributi
dovuti all’Inps per il 2014. La scadenza interesserà
i proprietari di casa che hanno affittato con la cedolare secca. 

Resta l’aliquota maggiorata (anche se un po’ più bassa
rispetto a dodici mesi fa) per l’Ires e l’Irap delle società
di capitali che dovranno calcolare l’importo dovuto al 101,5
per cento. La misura dell’acconto è differente a seconda
dell’imposta che si deve versare. L’acconto Irpef va calcolato
con aliquota pari al 100% qualora l’imposta determinata
sul 2013 sia almeno pari a 51 euro.

L’acconto dell’addizio¬nale comunale Irpef andava,
invece, versato in un’unica soluzione entro la
scadenza del saldo 2013. Nella stessa misura vanno poi
corrisposti gli acconti Ivie e Ivafe. Per l’Ires l’acconto
è stabilito nella misura del 101,5% e risulta dovuto 
qualora l’imposta del 2013 sia pari o superiore a 21 euro.

Novità flash

giovedì 17 gennaio 2019 Istat dicembre 2018martedì 24 aprile 2018 Istat marzo 2018venerdì 19 gennaio 2018 Variazione ISTAT Dicembredomenica 24 dicembre 2017 Bonus contributi per assunzioni under 35 Vai all'archivio

Quesito del giorno

Link