>

Modello TR e visto di conformità.

  • di Luigi Mondardini

    Nuove regole sono state introdotte dal D.L. 50 dell’aprile 2017.

    In precedenza per l’utilizzo in compensazione del credito IVA trimestrale era sufficiente presentare il Modello TR.
     
    Con le modifiche introdotte occorre il visto , anche per i modelli TR , per poter essere utilizzati in compensazione orizzontale per importi superiori a 5.000 euro,  indipendentemente dal fatto che il credito venga poi effettivamente utilizzato o meno.
     
    Ipotizzando un contribuente a liquidazione IVA trimestrale che presenti la seguente situazione: 
     
    - I trimestre 2017: debito 
    - II trimestre 2017: Presentazione di TR con credito di euro 4.000, pertanto il visto non si rende necessario; 
    - III trimestre 2017: Presentazione di TR con credito di euro 3.000. 
     
    Nella situazione prospettata il visto si rende necessario.
    Infatti , anche se  l’importo del credito trimestrale risulta al di sotto della  soglia di 5.000 Euro,  sommando i crediti dei due trimestri ( 4.000 + 3.000) , la soglia viene superata.
     
    Occorre quindi  considerare il credito  fruibile nel suo complesso che appunto supera la quota di  5.000 euro annui e ciò indipendentemente dal fatto che il credito venga poi effettivamente utilizzato o meno.
     
     
     
     

Ti potrebbe anche interessare:

    Novità flash

    martedì 19 marzo 2019 Variazione ISTAT febbraio 2019giovedì 17 gennaio 2019 Istat dicembre 2018martedì 24 aprile 2018 Istat marzo 2018venerdì 19 gennaio 2018 Variazione ISTAT DicembreVai all'archivio

    Quesito del giorno

    sabato 30 marzo 2019 Welfare aziendale: esempi
    giovedì 07 marzo 2019 Turisti UE/extra: contante a 15.000 Euro.
    domenica 24 febbraio 2019 Fattura elettronica e consumatore finale
    domenica 24 febbraio 2019 Cedolare secca e negozi
    domenica 24 febbraio 2019 Deducibilità Imu immobili strumentali
    Vai all'archivio

    Link