>

Invio telematico corrispettivi

  • di Luigi Mondardini

    Risoluzione Agenzia Entrate 8.5.2019, n. 47/E

    La  memorizzazione elettronica e l’invio telematico all’Agenzia delle Entrate dei corrispettivi decorre dall’1.7.2019 ovvero dall’1.1.2020 in base all’ammontare del volume d’affari realizzato nel 2018 (superiore o meno a € 400.000).

    Per  volume d’affari si deve intendere quello complessivamente realizzato  dal contribuente;  in caso di più attività, va fatto riferimento al volume d’affari derivante da tutte le attività esercitate, a prescindere dalla modalità di certificazione delle cessioni / prestazioni effettuate.

    Per coloro  che hanno iniziato l’attività nel 2019, l’obbligo decorre dal 2020.

    Viceversa in caso di inizio dell’attività nel 2018, occorre  ragguagliare ad anno il volume d’affari conseguito.

    Così, ad esempio, il soggetto che ha iniziato l’attività l’1.4.2018 conseguendo un volume d’affari pari a € 330.000 dovrà considerare il volume d’affari ragguagliato pari a € 440.000.

     

Ti potrebbe anche interessare:

    Novità flash

    martedì 19 maggio 2020 ISTAT aprile 2020domenica 15 marzo 2020 Proroga dei versamenti del 16 marzovenerdì 21 febbraio 2020 Istat gennaio 2020martedì 28 gennaio 2020 ISTAT dicembre 2019Vai all'archivio

    Quesito del giorno

    Link