>

Giugno: concentrazione di scadenze fiscali

  • di Luigi Mondardini

    Si parte con IMU, TASI e IVA entro il 18 giugno.

    Il 30 giugno è il tax day con IRPEF, IRES e IRAP, cedolare secca e ritenute sui regime forfettari.

    Si parte il 18 giugno, ultimo giorno per pagare la prima rata di IMU e TASI, le imposte sulla casa (la scadenza originaria sarebbe il 16, ma è sabato).

     

    Non si paga nulla sulla prima casa a meno che non sia di lusso, mentre si pagano IMU e TASI sulle altre tipologie di immobili.

     

    La scadenza di giugno, acconto 2018, prevede il versamento del 50% del dovuto. Le imposte sugli immobili si versano al Comune utilizzando il modello F24 o il bollettino postale.

     

    Stessa data, 18 giugno, per le partite IVA che effettuano i pagamenti trimestrali per saldare la prima rata (scaduta a marzo), utilizzando il differimento con maggiorazione dello 0,40%.

     

    L’ultimo giorno del mese, il 30 giugno, è un vero e proprio tax day: si pagano saldo e prima rata di IRPEF (saldo 2017 e acconto 2018), IRES e IRAP.

     

    Si pagano anche, fra le altre imposte, le addizionali regionali e comunali IRPEF, la cedolare secca sugli affitti, le ritenute fiscali dei contribuenti che utilizzano i regimi forfettari.

     

Ti potrebbe anche interessare:

    Novità flash

    martedì 24 aprile 2018 Istat marzo 2018venerdì 19 gennaio 2018 Variazione ISTAT Dicembredomenica 24 dicembre 2017 Bonus contributi per assunzioni under 35 mercoledì 10 maggio 2017 Liquidazioni IVA : verso una mini prorogaVai all'archivio

    Quesito del giorno

    Link