>

Box pertinenziale: detraibile anche senza bonifico

  • di Luigi Mondardini

    Chi acquista un box pertinenziale dal costruttore, può fruire della detrazione.

    Rientra infatti tra le  spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio, di cui all’articolo 16-bis del Tuir.
    Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2016, la detrazione Irpef è potenziata al 50 per cento per un importo massimo di 96.000 euro per unità immobiliare
     
    La detrazione spetta  anche in assenza di pagamento mediante bonifico bancario o postale.
     
    Occorre ottenere dal venditore, oltre all’apposita certificazione circa il costo di realizzo del box, una dichiarazione sostitutiva di atto notorio che attesti l’inclusione nella contabilità dell’impresa dei corrispettivi accreditati.
     
    Inoltre a parere della Amministrazione finanziaria ,  la detrazione spetta  anche nella ipotesi in cui il pagamento dei lavori di ristrutturazione e di riqualificazione energetica sia stato effettuato mediante bonifico bancario o postale compilato in modo tale da non consentire agli istituti di credito e a “Poste italiane SpA” di adempiere correttamente all’obbligo di ritenuta d’acconto pari all’8 per cento, previsto dall’articolo 25 del D.L. 78/2010.
     
    In tal caso è necessario che il beneficiario dell’accredito, ossia l’impresa costruttrice, attesti nella dichiarazione sostitutiva di atto notorio di aver ricevuto le somme e di averle incluse nella contabilità dell’impresa ai fini della loro concorrenza alla corretta determinazione del suo reddito.
     
    Il beneficio fiscale può altresì essere riconosciuto anche per i pagamenti effettuati dal promissario acquirente con bonifico bancario o postale corretto, ma prima ancora dell’atto notarile, ovvero in assenza di un preliminare d’acquisto registrato che indichi il vincolo pertinenziale, purché tale vincolo risulti costituito e riportato nel contratto prima della presentazione della dichiarazione dei redditi nella quale il contribuente si avvale della detrazione.
     
     
     
     
     
     
     

Ti potrebbe anche interessare:

    Novità flash

    martedì 23 aprile 2019 Istat marzo 2019martedì 19 marzo 2019 Variazione ISTAT febbraio 2019giovedì 17 gennaio 2019 Istat dicembre 2018martedì 24 aprile 2018 Istat marzo 2018Vai all'archivio

    Quesito del giorno

    Link